Campus Reti,

sintesi di innovazione e sostenibilità

RACCONTO DI UN’IMPRESA: DALLE TRAME ALLA RETI

Campus Reti, dal 2016 sede di Reti S.p.A., è un progetto che unisce futuro ed innovazione ai valori del passato. Il progetto del Campus, iniziato nel 2013 con la prima acquisizione, nasce dalla riqualificazione dei fabbricati e delle aree del cotonificio Venzaghi, opificio simbolo della città di Busto Arsizio, una delle aree più produttive della Lombardia.

La struttura industriale è stata rigenerata con l’obiettivo di offrire all’azienda spazi innovativi destinati alla formazione, aree dedicate agli eventi per favorire l’incontro e ospitare le occasioni di confronto, nonché spazi polifuzionali per l’innovazione e la ricerca.

L’intero progetto conta 7 smart building e una superficie di oltre 20mila metri quadrati, progettati e realizzati nel pieno rispetto dell’ambiente e della sostenibilità, rappresentando il modo di vivere e di lavorare di Reti mantenendo allo stesso tempo intatta l’identità storica del precedente insediamento industriale.

0
MQ DI SPAZI POLIFUNZIONALI
0
SMART BUILDING
0
OPERE D'ARTE

LA DIMENSIONE DELL’ARTE E DEL DESIGN TRA INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’

RACCONTO DI UN’IMPRESA: DALLE TRAME ALLA RETI

L’arte è il filo conduttore degli edifici di Campus Reti: un percorso “artistico” moderno in continuo movimento che invita il visitatore ad osservare la conoscenza e ad approcciarsi a diversi linguaggi espressivi.

La bellezza, nel senso più estetico del termine, produce benefici immediati su chi ne usufruisce e ne è circondato, è così che nascono le idee migliori: dalle diversità si arriva all’inclusione, dal confronto scaturisce l’evoluzione.

Campus ha un’immagine unitaria per la scelta di materiali e colori naturali e per le pareti e le volte tinteggiate con vernice bianca perlescente.

Una voluta sottoesposizione cromatica che fa sì che ogni singolo edificio sia valorizzato in modo unico ed irripetibile dalla luce naturale, dalle persone, dalle opere d’arte e dal verde degli spazi interni.

Gli spazi accolgono una parte della Collezione Paneghini d’arte contemporanea, circa 200 pezzi, creando una felice unione tra la tensione all’innovazione e la contemplazione artistica. 

Tra i contributi esterni all’azienda si annovera la preziosa consulenza dell’artista Jorrit Tornquist, specializzato nello studio della percezione del colore e della sua influenza sugli ambienti costruiti. Tornquist ha in particolare lavorato alla valorizzazione dei volumi degli edifici sotto la luce in un gioco di grigi che ne enfatizza il carattere industriale. 

RETI DI COMUNITà E TERRITORIO

Il progetto, in continua evoluzione, si sviluppa in posizione strategica rispetto al centro cittadino e alla stazione, e nasce da un precedente insediamento industriale adiacente a quello che era l’headquarter di Reti dal 2007.

Campus si presenta come una cittadella che si apre al territorio e tesse preziose reti connettendo la comunità e gli stakeholder con l’organizzazione di corsi, convegni ed eventi di carattere formativo, divulgativo e culturale.

È lo spazio naturale per alimentare la contaminazione positiva creata dal punto di contatto tra la realtà del lavoro e il territorio di cui Reti fa parte.

PRENOTA LA VISITA

Le visite guidate al Campus Reti sono prenotabili compilando il form sottostante.
Per ogni visita sono disponibili al massimo 12 posti.